Moneyfarm, opinioni, commenti, recensioni ed esperienze sul servizio di gestione risparmi ed investimento in ETF

Quello che segue è il rendiconto della mia esperienza con MoneyFarm nel 2015…
Clicca qui per il monitoraggio dell’investimento dal 13 maggio al 31 dicembre 2015
Clicca qui per il monitoraggio dell’investimento in tutto il 2016
Clicca qui per il monitoraggio dell’investimento in tutto il 2017
Clicca qui per il monitoraggio dell’investimento in tutto il 2018
Clicca qui per il monitoraggio dell’investimento in tutto il 2019
Clicca qui per il monitoraggio dell’investimento in tutto il 2020

Che cos’è MoneyFarm? Come funziona? Funziona?

MoneyFarm è una SIM (Società d’Intermediazione Mobiliare) autorizzata ad offrire servizi finanziari a professionisti e risparmiatori attraverso consulenze finanziarie indipendenti, online e personalizzate.
L’investitore, attraverso il questionario basato sul proprio comportamento finanziario, riesce a determinare il profilo d’investitore utilizzato, insieme agli obiettivi di investimento, per conoscere il livello di rischio e di adattare a questo il portafoglio con i rendimenti passati e quelli presunti e futuri.
Il portafoglio contiene, in una percentuale scaturita sulla base del profilo, circa una decina di ETF (Exchange Traded Funds) ovvero delle particolari tipologie di Fondo, che replicano passivamente un indice finanziario e sono quotati in borsa, per garantire la diversificazione dell’investimento, il basso costo e la liquidità.

MoneyFarm offre l’abbonamento alla Gestione Patrimoniale il cui scopo è quello di incrementare nel tempo il valore dell’investimento, studiato con il loro cliente in funzione dei suoi bisogni, monitorandolo in maniera assidua per elevare i rendimenti.
tuo capitale.
In realtà è molto semplice, si compila un questionario, si definiscono gli obiettivi, si viene affiancati da un consulente per qualsiasi necessità e si tiene sotto controllo aderendo ai ribilanciamenti proposti dall’azienda.

Quanto costa investire con Moneyfarm?

Esistono 4 fasce di prezzo che si basano sull’ammontare totale dell’investimento
– Da 0 a 14.999€ si spende annualmente l’1,00% sul capitale investito IVA esclusa
– Da 15.000€ a 199.999€ si spende annualmente lo 0,60% sul capitale investito IVA esclusa
– Da 200.000€ a 499.999€ si spende annualmente lo 0,40% sul capitale investito IVA esclusa
– Oltre 500.000€ si spende annualmente lo 0,30% sul capitale investito IVA esclusa

+ costo medio dei fondi 0,3%

I vantaggi economici sono evidenti, con Moneyfarm
Nessun costo di entrata o di apertura, l deposito dei soldi sul conto sono sempre gratuiti
Nessuna commissione per la negoziazione delle transazioni, compresi i ribilanciamenti già inclusi nell’abbonamento.
Massima libertà, non ci sono vincoli di durata o altro, quando si desidera si può recedere dall’abbonamento senza dover dare spiegazioni e soprattutto senza costi.

Come iscriversi a Moneyfarm
Se vuoi scoprire, senza impegno iniziale, come funziona Moneyfarm e accedere al pannello di controllo per creare un conto demo, leggi subito il mio articolo per effettuare la registrazione passo per passo.

Riduci i costi di commissione con il codice amico!
Se vuoi procedere alla sottoscrizione del servizio Moneyfarm, dopo esserti iscritto e aver finalizzato la procedura, e risparmiare il costo del servizio approfitta del Codice Amico che puoi trovare con tutte le informazioni in questo articolo.

E’ importante sapere che qualunque sia l’abbonamento scelto è possibile cancellarsi dal servizio in ogni momento, senza alcun costo aggiuntivo.

Ho voluto testare il servizio e, nel tempo, utilizzerò questo post per aggiornare impressioni, commenti e grafici sull’andamento del portafoglio.

Dal questionario risulto avere un comportamento finanziario equilibrato, per MoneyFarm non sono completamente a mio agio di fronte ad investimenti che presentano qualche rischio ma non li escludo dal mio portafoglio. Ho compreso che investendo i miei risparmi in maniera consapevole posso aumentare il rendimento del portafoglio e quindi utilizzo strumenti d’investimento diversificati mantenendo comunque un alto grado di liquidità. Prendo rapidamente le mie decisioni in ambito finanziario, non sono particolarmente soggetto all’ansia e accetto un significativo grado di incertezza. Credo nelle mie capacità in ambito finanziario pensando di essere più bravo della media delle persone con il rischio a volte di sopravvalutarmi. Sono piuttosto aperto alle situazioni incerte e a strumenti di investimento che non mi sono familiari. Prendo decisioni di carattere finanziario in maniera piuttosto impulsiva.

Il mio orizzonte temporale è di 5 anni con inizio il 13 maggio 2015, di seguito aggiornerò l’articolo inserendo grafici
L’Asset Class è composto da Cash e Bond Governativi a Breve, Bond Governativi Paesi Sviluppati, Bond Societari Investment Grade, Bond Societari HY & Bond Gov. EM, Inflazione, Azionario Paesi Sviluppati, Azionario Paesi Emergenti, Materie Prime & RE e Liquidità.

2015-06-05 -1,6%

Bond Governativi Italiani 1-3 Anni FR0011313741
Bond Governativi Euro 3y-5y LU0290356954
Bond Societari EUR con copertura rischio di tasso IE00B6X2VY59
Bond Governativi Paesi Emergenti IE00B5M4WH52
Bond Societari High Yield USD a breve scadenzaIE00BCRY6003
Bond Inflation Linked Euro LU0290358224
Azionario Giappone (Topix) FR0010245514
Azionario Globale Alti Dividendi IE00B9CQXS71
Msci Europe FR0010261198
S&P 500 IE00B5BMR087
Msci Emerging Markets LU0292107645
Materie Prime Globali con copertura del cambio IE00B58HMN42
Liquidità

moneyfarm20150605

2015-06-19 -2,4%
A poco più di un mese dall’investimento il portafoglio ha raggiunto, ieri, un rendimento negativo del 2,4%.
moneyfarm20150618
MoneyFarm mi ha contattato il 17 giugno per illustrare la “loro visione” sui motivi di questo ribasso imputandolo, in massima parte, all’incertezza sulla Grecia e sul fatto che ancora non è chiaro quale sia l’esito della vicenda.
Mi è stato fatto presente che a luglio il portafoglio verrà ribilanciato.
E’ chiaro che con un orizzonte temporale di 5 anni, non così lontano ma tantomeno così breve, non faccia piacere entrare in un momento difficile come questo…
MoneyFarm, sempre telefonicamente e tramite un addetto, mi ha contattato anche il 18 giugno per sincerarsi che mi fosse chiaro quanto emerso dalla telefonata del giorno precedente e per informarmi che l’ufficio Marketing chiede la cancellazione del mio articolo sul codice sconto di MoneyFarm… (per i dettagli fai click qui!).

2015-07-09 -3,4%
Inesorabile, continua il periodo non brillante con un rendimento negativo del 3,4%.
La mia “fortuna” è quella di essere entrato con un capitale esiguo, un rischio calcolato quasi a volere avere uno spunto per un articolo del blog rispetto a mirabolanti guadagni che, se ci fossero, non mi dispiacerebbero…
Il recente referendum in Grecia, e gli sviluppi delle ultime ore con il crollo in Asia, ha contribuito ad innalzare il nervosismo dei mercati con gli sviluppi che, purtroppo, sono qui a raccontare.
Di eventuali ribilanciamenti ancora nessuna notizia…
moneyfarm20150709

Pochi minuti dopo aver aggiornato questo post ho ricevuto una email di MoneyFarm con il consiglio di modificare la composizione del mio portafoglio e renderlo più coerente con la situazione attuale di mercato. Il ribilanciamento prevede una lieve riduzione della rischiosità complessiva del portafoglio, attraverso la vendita di parte della posizione sull’Azionario Paesi Emergenti “MSCI Emerging Markets”. I proventi vengono reinvestiti su Cash e Bond Governativi a breve, nell’ETF “Bond Governativi Euro 1y-3y”. La vicenda greca, le eventuali tensioni legate ad un rialzo dei tassi negli Stati Uniti in settembre e l’incertezza sulle prospettive dei paesi emergenti possono tradursi in ulteriore volatilità sui mercati nei prossimi mesi, cosicché l’aumento di posizioni cash in portafoglio potrà permettere di rientrare sui mercati a prezzi eventualmente più interessanti e nel frattempo non subire eccessivamente la volatilità del momento.
moneyfarm20150709ribilanciamento
moneyfarm20150709consigli

Ho eseguito il ribilanciamento!
moneyfarm20150709ordineesecuzione

2015-07-16 -1,4%
Ripreso due punti in percentuale di guadagno grazie all’accordo UE-Grecia (finché dura…).

REPORT PORTAFOGLI 2° TRIMESTRE 2015
Mi è arrivato il report per il secondo trimestre del 2015 relativo al mio Portafoglio con commenti ai rendimenti e all’asset allocation.
Il secondo trimestre dell’anno è stato caratterizzato da volatilità sui principali mercati globali. La principale fonte di tensione è stata il mercato obbligazionario, in particolare in Eurozona: dati migliori delle attese sull’inflazione e sulla crescita economica hanno portato ad un rialzo dei rendimenti a scadenza dei titoli di stato, con un conseguente calo dei prezzi. Durante una delle conferenze stampa mensili, il presidente della Bce non si è mostrato preoccupato per la dinamica dei mercati obbligazionari.
La tensione sui titoli di stato si è riflessa anche sui tassi di cambio: dopo mesi di debolezza dell’Euro rispetto alle principali valute globali, la valuta dell’Eurozona è tornata ad apprezzarsi.
Ha pesato anche la vicenda greca: nonostante, rispetto al 2012, le problematiche
locali in Grecia stiano avendo un impatto limitato sulle economie e i mercati degli altri paesi europei, la vicenda è comunque fonte di tensione e continuerà ad esserlo nel prossimo trimestre.
Le obbligazioni societarie europee di livello investment grade hanno visto spreads
in lieve allargamento nel corso del trimestre e lo stesso vale per le obbligazioni high yield.
Sui mercati azionari si è registrata una netta sottoperformance dell’area Euro rispetto agli Stati Uniti. Gli investitori avevano risposto con grande ottimismo all’annuncio del quantitative easing da parte della Bce nel primo trimestre: l’idea che ora la ripresa stia consolidandosi e l’inflazione stia tornando cominciano a delineare anche in Eurozona la fine di un’epoca di tassi bassi, pure se ancora lontana nel tempo e, quindi, uno scenario più incerto per quanto riguarda il costo del denaro e il supporto proveniente dalle istituzioni monetarie.
I mercati emergenti hanno registrato rendimenti negativi, per via della debolezza delle valute e dei mercati azionari locali.
Il portafoglio nel corso del trimestre ha registrato performances negative, contenendo però le perdite dei mercati obbligazionari, valutari e azionari globali.

VARIAZIONE DELL’ASSET ALLOCATION E OUTLOOK
Il ribilanciamento di gennaio ha comportato la riduzione dell’esposizione ai bond
societari denominati in dollari. È stata inoltre aumentata l’esposizione ai mercati
azionari dei paesi emergenti. L’ETF sull’oro è stato sostituito con un ETF sulle materie prime. È stata chiusa la posizione sui bond societari dei paesi emergenti emessi in dollari ed è stata contestualmente incrementata l’esposizione ai bond societari high yield americani.
Nel ribilanciamento di marzo è stata azzerata l’esposizione ai bond societari
investment grade denominati in dollari e i proventi sono stati reinvestiti sui bond
societari con copertura del rischio di tasso denominati in Euro.
La posizione sulle materie prime è stata ancora modificata in maggio, con la vendita dell’ETF comprato in marzo e la sostituzione con un ETF, sempre sulle materie prime, ma caratterizzato dalla copertura del rischio di cambio.
Il portafoglio attualmente prevede un’esposizione globale sui mercati azionari con un sovrappeso sull’Europa. La parte obbligazionaria ha una durata media finanziaria limitata a 2,3 anni e la parte a maggior rischio di credito rimane distribuita sulle obbligazioni societarie americane ad alto rendimento e sulle obbligazioni governative dei mercati emergenti in valuta locale

2015-08-16 -3,1%
A distanza esatta di un mese dal precedente aggiornamento il portafoglio è sceso ad una perdita del 3,1%, ai livelli di un mese fa.

2015-08-21 -4,3%
Le turbolenze cinesi mi hanno investito e trascinato il rendimento negativo al massimo mai registrato.
Come molti ho scelto il momento meno propizio per entrare ma, in ogni caso, continuo a mantenere la fiducia per il futuro.
Ecco il grafico che, meglio di tante parole, sintetizza la perdita del portafoglio dalla mia entrata in MoneyFarm a maggio 2015.
performancemf20150821

2015-08-21 -5,6%
Si continua a scendere…

2015-08-24 -6,2%
Il lunedì nero delle borse mondiali ha spinto MoneyFarm ad inviare via email un aggiornamento sui mercati e sull’andamento dei portafogli e sulla loro strategia d’investimento.:
In questi giorni i mercati finanziari si trovano in una fase di correzione importante, iniziata a fine luglio sui mercati emergenti a causa del rallentamento della crescita del PIL cinese e poi estesa ai mercati sviluppati per via della svalutazione del Yuan effettuata l’11 agosto dalla banca centrale cinese.
Questa correzione ha portato la maggior parte dei listini azionari di tutto il Mondo ad avere rendimenti negativi da inizio anno, azzerando tutti i guadagni del 2015.
Per dare un’idea precisa della forza e della velocità del movimento da quando è iniziata l’inversione di tendenza sui mercati sviluppati (17 agosto):

  • L’indice Eurostoxx50 rappresentativo del mercato europeo ha perso più del 12%, mentre l’indice Italiano ha perso il 12,6%
  • L’indice S&P500, rappresentativo del mercato USA, ha perso il 9%
  • L’indice MSCI Emerging Markets, rappresentativo dei mercati emergenti, ha perso circa il 6% e oltre il 22% da maggio.
  • Le principali valute dei paesi emergenti si sono deprezzate dell’8,37% da inizio maggio (JP Morgan Emerging Markets Currency Index)

Sicuramente la velocità del movimento è stata anomala, e quindi difficilmente prevedibile, ma riteniamo che questo sia causato anche dalla scarsa liquidità sui mercati di queste settimane.

Per quanto riguarda il posizionamento tattico, già da maggio avevamo iniziato a ridurre il rischio nei portafogli e, più precisamente, diminuito l’esposizione valutaria ai paesi emergenti. Successivamente, con il ribilanciamento di luglio, abbiamo ridotto parte della posizione azionaria arrivando ad avere dei portafogli relativamente conservativi per i vari profili di rischio. 

Per il momento la stabilità del mercato obbligazionario, che in questi giorni non ha visto movimenti significativi, ci fa pensare che l’attuale ritracciamento non abbia nulla di strutturale e sia concentrato esclusivamente sul lato azionario e creditizio dei paesi emergenti, un segnale positivo soprattutto considerando la struttura bilanciata dei nostri portafogli. 

Prima di intraprendere qualunque azione quindi, in un senso o nell’altro, riteniamo sia fondamentale capire se ci saranno o meno impatti sistemici derivanti da questa fase. Nonostante la volatilità e il dato di fatto che queste performance negative rappresentino un fattore di sconforto, pensiamo che qualunque decisione presa senza la dovuta cognizione del momento che stiamo attraversando danneggerebbe il risultato della strategia d’investimento di lungo termine. 

Mercoledì mattina effettueremo il comitato d’investimento focalizzandoci su quali possano essere gli impatti e la durata di questi giorni di estrema volatilità. Sulla base di quanto deciso, invieremo una nota di aggiornamento o eventualmente, se necessario, una proposta di ribilanciamento.

2015-08-27 -6,4%
Si scende ancora toccando per l’ennesima volta il minimo.
Mi aspetto per domani la nota di aggiornamento di MF oppure, anche se tendo ad escluderlo, la proposta di ribilanciamento del portafoglio.

2015-08-27 -7,0%
Anche oggi, controllando la dashboard, del mio conto trovo il nuovo picco negativo dei rendimenti che raggiunge un meno 7%.
In mattinata ho ricevuto la nota di aggiornamento di MoneyFarm nella quale, come ipotizzavo, viene consigliata la prudenza e di tenere invariato il portafoglio:
Buongiorno Lorenzo,

Come anticipato nei giorni scorsi, il Comitato Investimenti MoneyFarm sta monitorando attentamente la situazione e ha deciso di mantenere le attuali posizioni dei portafogli non consigliando per ora movimentazioni sia in un senso che nell’altro.

La scelta è principalmente motivata dal fatto che, nonostante il momento di mercato, l’attuale Asset Allocation dei portafogli sia in linea con la strategia di investimento e i profili di rischio consigliati.

Letteratura ed esperienza suggeriscono che reagire in questi momenti di forte stress e nervosismo, liquidando le posizioni, porti più facilmente a significative erosioni delle performance di lungo periodo dei portafogli che a effettivi benefici. La lettura dei movimenti di breve periodo di un mercato così configurato è indecifrabile e riteniamo che la soluzione migliore sia aspettare e analizzare in dettaglio la situazione e i rischi che nascono da essa prima di muoversi attivamente.

In ottica prospettica, infatti, il team di Asset Allocation lavorerà su tre aree di valutazione:

  • Continua analisi dello sviluppo della situazione cinese, con particolare attenzione al mercato del credito e prospettive di crescita;
  • Analisi in dettaglio dell’andamento dei portafogli nelle giornate di crisi per l’individuazione di strumenti che possano aiutare la riduzione della volatilità dei portafogli in momenti di stress;
  • Continua analisi della situazione macroeconomica, con particolare attenzione ai segnali dati dalle banche centrali di tutto il mondo.

2015-08-27 -6,2%
Dopo alcuni giorni di timida ripresa si sentono, e continuano a scontare, gli effetti dei mercati. Non fa piacere avere il portafoglio in negativo seppur di una percentuale, per il mio investimento, abbastanza irrilevante ma tant’è che preferirei iniziare a vedere una stabilizzazione della situazione e, col tempo, il segno più…

2015-09-10 -5,3%
Si limano le perdite.

2015-09-21 -6,0%
Credevo, erroneamente, che la prudenza della FED nel rinuncia all’aumento dei tassi di interesse a breve termine avrebbe permesso agli investitori di trovare un minimo di fiducia ma, evidentemente, mi sbagliavo.

2015-09-21 -6,3%
Oggi non aggiorno solo il rendimento ma riporto la presa di posizione di MoneyFarm in merito alla situazione attuale.
Sintetizzando, il Comitato di Investimento di MoneyFarm ha preso atto che, dopo che la decisione della banca centrale americana di lasciare i tassi di interesse ha aggiunto un nuovo elemento di incertezza al mercato facendolo reagire negativamente, la situazione è particolare; ovvero non si vedono ancora rallentamenti dell’economia  ma che allo stesso tempo si sta complicando e la visibilità continua a essere ridotta.
Oltre a questo, MoneyFarm, aggiunge che veniamo da 4 anni di crescita dei mercati azionari e che le valutazioni di quasi tutte le Asset Class, con poche eccezioni, iniziano a essere elevate rispetto alla media storica.
Tutto questo per informare noi clienti che, all’inizio della prossima settimana, riceveremo le indicazioni dettagliate di ribilanciamento con le ragioni specifiche per ogni operazione il cui scopo è quello di creare lo spazio per poter cogliere le opportunità che spesso nascono da queste situazioni più complicate del normale, ma sempre in modo attento e consci dei suoi obiettivi d’investimento.

2015-10-26 -3,6%
A più di un mese dall’ultimo aggiornamento si registra, principalmente negli ultimi giorni, un rendimento del portafoglio che torna, pur rimanendo in territorio negativo, ad offrire nuovi spunti per limare ancor di più le perdite.
Nei giorni scorsi ho ricevuto il Report portafogli 3° trimestre 2015 nel quale si sottolinea come “Il terzo trimestre del 2015” sia stato “per certi versi uno dei peggiori degli ultimi anni, sia in termini di performance che di volatilità“. Come illustrato nelle analisi del rendimento del mio portafoglio, le fonti d’instabilità sono state molte,prime fra tutte il rallentamento della crescita delle economie emergenti e le mosse della Federal Reserve, il crollo del prezzo delle materie prime, il rallentamento del commercio globale ha messo sotto pressione le economie emergenti le quali hanno visto i prezzi della produzione scendere a ritmi più sostenuti,generando timori deflazionistici in tutte le economie mondiali. Sui mercati azionari, l’S&P500 ha perso il 6,4%, l’Eurostoxx ha perso l’8,4% e il Nikkei ha perso il 14%. Era invece dal 2008 che le borse delle economie emergenti non preformavano così male, con lo Shangai Composite a -28% e la borsa brasiliana a-15%.

2015-12-08 -4,4%
In quasi un mese e mezzo dal precedente aggiornamento non si sono visti i tanto desiderati segnali di ripresa che avevano portato a livellare la perdite fino ad attestarle, per un breve periodo, intorno ad i 2 punti percentuale.
I recenti, e nuovi, scossoni delle borse dovuti al allentamento globale dell’economia ed al nuovo crollo del petrolio hanno riportato il portafoglio ad una perdita intorno al 4,5%.

2015-12-15 -6,6%
Altri 2 punti persi in una settimana con valori che tornano a quelli del settembre 2015.

2015-12-31 -5,0%
Si conclude il 2015 con una perdita del 5%.

CONCLUSIONI 2015
Purtroppo ho scelto il momento peggiore per entrare in MoneyFarm, lo avessi fatto qualche mese prima avrei attutito maggiormente le varie criticità sperimentate riducendo le perdite.
Mi aspettavo sicuramente delle prestazioni migliori, chiaramente non da parte di MoneyFarm ma dai mercati, ma come ho precedentemente scritto ho sbagliato il timing d’ingresso.

E adesso?
Si continua a monitorare il portafoglio nel 2016 nel nuovo post dedicato!

Total
0
Shares
135 commenti
  1. lO DICO A TUTTI STO TRADING DI QUALSIASI NATURA FA SCHIFO E NON FA GUADAGNARE NESSUNO.. SOLO I GRANDI SANNO COME MUOVERSI.. E FOTTONO UL DENAROAI POVERACCI COME NOI,, BUONA GIORNATA

    1. Sono cliente di MoneyFarm da più di due anni e vi dico solo che ancora sto perdendo soldi (-1%). Ho anche assunto un buon livello di rischio ma ancora non riesco ad andare a paro. Nel frattempo i principali indici di mercato hanno battuto record su record. È piuttosto frustrante la situazione. L’attenzione al cliente è molto buona ma in tema di investimenti lasciano molto a desiderare! Ognuno è libero di affidarsi a chi vuole nella gestione dei proprio risparmi ma io MoneyFarm lo sconsiglio fortemente. Saluti.

  2. Allora Sergio per mia esperienza ti dico che la sofferenza patita nel 2015 è ancora presente con segnali di mancato rendimenti in molti portafogli aperti nel corso dell anno passato..nel mio caso, anche a seguito del grado di rischio che ho deciso di intraprendere e anche a seguito dei continui ribilanciamenti di fine 2015 e inizio 2016 il rendimento risulta abbastanza modesto in relazione alla volatilità che il mio portafoglio ha affrontato. Detto ciò mi ero scordato di mensionare che sono entrato in moneyfarm ad inizio 2014 con obiettivi temporali di investimento di 3 / 5 anni. Per tale, come suggerito dal moderatore di questa discussione, ogni caso risulta a se ed è bene chiedersi cosa si intende raggiungere.

  3. Ciao, Leggo molte recensioni negative relative ai rendimenti dei portafogli MF che, se non sbaglio, fanno riferimento al 2015/16. Che l’andamento dei ptf MF sia negativo non deve sembrare scandaloso in quanto si tratta di un arco di tempo breve che coincidente con l’andamento negativo della finanza in generale. Obbligazioni e azioni non hanno di certo brillato. Analizzando i portafogli tipo sul sito MF si nota che i rendimenti ottenuti dal 1/2012 ad oggi sono tutti in positivo e che stanno tutti soffredo dalla meta’ del 2015 ad oggi . Solo chi ha acquistato portafogli MF 4 anni fa puo’ postare una valutazione che abbraccia un arco di tempo significativo.
    Sono gradite opinioni in tal senso.

  4. Ciao, Ho intenzione di aprire un portafoglio Money Farm. Ho chiamato il call center per avere chiarimenti e, nonostante abbia insistito molto sull’argomento, non sono sicuro di aver ben la procedura di acquisto dei titoli .
    Questo e’ quello che ho capito:
    1. Si deve aprire un conto corrente inBanca Sella dove va trasferito il capitale da investire.
    2. Sara’ cura poi cura MF eseguire gli acquisti/vendita dei titoli che compongono l’asset del proprio portafoglio di riferimento.
    Se fosse cosi’, trovo inopportuno che terzi possano metter mano nel mio cc, quali garanzie ho? Posso avere maggiori informazioni?
    In base all’esperienza che ha segnalato Giovanni il 20/8/2016 vorrei sapere se ci sono problemi anche nel caso in cui si avesse la necessita’ di smobilizzare parzialmente il capitale investito nel proprio portafoglio.
    Grazie e complimenti per questo utile blog.

  5. Mai più Investimenti Money Farm ne Utilizzo Banca Sella
    Il mio investimento su MoneyFarm senza ONORI ne GLORIA
    dopo un anno ho deciso di lo smobilizzo, ma haimè li è incominciato il calvario.
    il 18/luglio/2016 chiudo il portafoglio.Dopo una settimana arriva il totale del ricavato. penso adesso faccio un bonifico è la chiudo li è no i miei soldi escono da money Farm per finire nel trappolone di Banca Sella dove tutt’ora vegetano
    perchè da li non posso fare un bonifico per lo stesso conto che sono arrivati.mi scrivono che devo spedire una raccomandata con ricevuta di ritorno.il 27/luglio la ricevono penso in 2/3 giorni chiudo la storia email-telefono ma nulla si sblocca . Questa è la lapidaria risposta
    ho appena verificato con Banca Sella, il processo di estinzione del conto non è ancora concluso.
    Abbiamo fatto il possibile ma purtroppo non dipende da noi, ci sono dei tempi tecnici per poter chiudere un conto titoli che sono legati principalmente alla Banca e alle sue procedure.
    Sarà nostra cura aggiornarla,
    Cordialmente.

  6. Ciao Lorenzo è un po che non posto e mi fa piacere vedere come il tuo blog sia sempre piu indicizzato soprattutto grazie al “first mover” su money farm… bravo.
    ad oggi il mio portafoglio ad un aano dalla sottoscrizione fa – 1.6 con versamenti mensili di circa 2000 al mese e 2 ribilanciamenti…. soddisfatto ? no però mancano 2 anni alla dead line vediamo cosa fanno …nel frattempo perizio le quote sulla coppa italia la peggiore è un onesto 40% o per dirla giusta 4/5. 10k ne prendi 4…. ai voglia Moneyfarm.
    ciao a tutti
    Paolo

    1. Ciao Paolo, per mia (s)fortuna non ho mai ceduto alla tentazione delle scommesse sportive ma se ci fossero delle sure bets in giro ne potremmo riparlare….

  7. A precisiamo che comunque vadano le cose per quello che ci o capito se non sbaglio pero le loro provvigioni che ci sia o no guadagno le voglino su ogni movimento se non sbaglio comunque chiedero anche a qualcuno che se non mi sbaglio ce lo ha anche lui per sapere come si trova. Io sono dell idea che anche se non hai guadagno almeno ti devono garantire il capitale investito perche sono dell idea che i soldi investiti non ve li ha regalati nessuno e rischare di perderli non e bello. Comunqe molto probabilmente seguiro io consiglio di quella persona che non so il nome che si e trova bene con fineco e fideuram a precisiamo che avrei voluto investirci almeno 3000E pero non penso ci siano i presupposti e di rischare di buttare via anche ii capitale non mi va ciao ciao

  8. Ciao a tutti mi chiamo XXXXXX Gino io mi sono appena iscritto e non ho ancora versano niente e vi dico la verita di come la penso in merito a vedere il sito ti invogliano abbastanza ad investire e come o detto a loro di questi tempi un periodo di 5 anni e gia piu che sufficente pero il fatto che come mi hanno detto loro che a parte il non avere garanzie di guadagno ma che addirittura ce la possibilita di poter perdere anche il capitale investito non mi ispira per niente a differenza di quello che c e scritto nel mio portafogli che e il secondo dove almeno garantisce il capitale loro ti dicono che invece il capitale non e garantito cioe ci puoi rimettere anche quello non mi ispira per niente a parte le recensioni per la maggior parte tutte negative e qualche caso positive be comunque le loro provvigioni che siano lo 0.7 o 1.25 le vogliono e anche se sono gia registrato la cosa non mi va a genio piu di tanto e non so nemmeno se incomincero i presupposti non sono molto incoraggianti e a dire il vero i soldi non te li regala nessuno e rischare di doverli addirittura perdere non mi va. ciao ciao

Articolo Precedente

Codice sconto MoneyFarm 2020, diminuisci il costo del tuo abbonamento

Articolo Successivo

Configurare una casella PEC.it su Android, la posta certificata facile su smartphone e tablet