Stanley DN200/10 o Stanley DST 100/8/6? Recensioni, commenti e opinioni per un compressore leggero e uno silenzioso

Compressori Stanley(1)

Un compressore ha due aspetti negativi, il rumore assordante durante il suo utilizzo e il peso da sostenere durante gli spostamenti; questi fattori limitano coloro che intendono adoperarlo in ambito casalingo, specialmente se abitano in un condominio o se lo devono trasportare frequentemente.

Essendo tra coloro con queste problematiche, ovvero impossibilitato ad utilizzare in casa, cantina e garage il mio compressore verticale, ho la necessità di acquistarne uno nuovo che sia silenzioso e, al tempo stesso, leggero per poterlo portare facilmente con me.

Purtroppo, queste due caratteristiche non sembrano essere tra di loro compatibili ma dopo un’attenta, e lunga, ricerca ho trovato due prodotti che potrebbero in parte soddisfare le mie necessità:

Stanley DN200/10/5
Un compressore leggero ma, molto, rumoroso
Stanley DST 100/8/6
Un compressore silenzioso ma, abbastanza, pesante

Compressori Stanley

Un nome, una garanzia. Dal 1843 attiva in settori e prodotti per sistemi di sicurezza, ferramenta, sistemi di fissaggio e oil & gas la Stanley è passata sotto la galassia Black & Decker nel 2010 ma continua a produrre innovazione come i due prodotti recensiti.

Veri compressori

Non sono giocattoli e nemmeno lontanamente comparabili a quei compressori da 30 euro che si attaccano alla presa 12v delle autovetture e che si trovano in vendita nei grandi supermercati. Lo Stanley DN 200/10/5 e lo Stanley DST 100/8/6 sono dei compressori con l’attacco a baionetta per tutti gli accessori in commercio (pistola soffiaggio, pistola gonfiaggio, aerografo per verniciatura…) e che, con le dovute precauzioni, possono essere utilizzati anche per utilizzi più gravosi.

Dimensioni limitate

Le dimensioni sono ridotte, poco più di una valigia ventiquattr’ore per lo Stanley DN 200/10/5 e qualcosa in più per lo Stanley DST 100/8/6, eppure in quegli spazi limitati è contenuto tutto ciò che contraddistingue un classico compressore: motore, serbatoio, valvola di sicurezza, sistema di regolazione della pressione di uscita, attacco.

Serbatoi ridotti

Le precauzioni da prendere per i lavori più difficili sono in relazione alle limitate dimensioni, e questa volta non è un fattore positivo, del serbatoio dell’aria. Intendiamoci, si può fare tutto con questi compressori ma sforzare oltremodo il motore per ricaricarli li rende, a mio parere, del tutto inadatti a lavori continuativi; un utilizzo di questo tipo è maggiormente sopportabile da compressori con serbatoi più capienti (50 o 24 litri) e con un motore lubrificato (maggiore peso, maggior rumore, maggiore manutenzione…).

Adatti anche per l’auto

Alcuni sfruttano le dimensioni compatte per riporre lo Stanley DN 200/10/5 e lo Stanley DST 100/8/6 nel bagagliaio d’auto con il serbatoio carico nel caso vi fosse la necessità di un gonfiaggio di emergenza; seppur l’idea sia apprezzabile, chiaramente in funzione della capienza dell’auto, è di norma consigliato (o almeno io lo faccio) scaricarlo della condensa accumulata.

Manutenzione minima

La manutenzione di entrambi è molto limitata, i compressori Stanley DN 200/10/5 e Stanley DST 100/8/6 sono autolubrificati e quindi non hanno necessità di sostituzione o rabbocco dell’olio per il loro funzionamento. Gli unici interventi richiesti, come in tutti i compressori, riguarda lo spurgo della condensa dopo il lavoro prolungato e il test di funzionamento della valvola di sicurezza, da fare periodicamente.

Prezzi contenuti

Lo Stanley DN 200/10/5 e Stanley DST 100/8/6 hanno, inoltre, un costo contenuto e per questo ancora più accessibili tutti coloro che legavano l’acquisto di un compressore a problematiche come prezzo alto, grandi dimensioni e peso oltre al forte rumore. Siamo intorno ai 100 euro per lo Stanley DN 200/10/5 e qualcosa di più per lo Stanley DST 100/8/6.

Il test dei compressori

Ho avuto la fortuna di provare lo Stanley DN 200/10/5 e lo Stanley DST 100/8/6 direttamente sul campo, utilizzandoli per un semplice gonfiaggio di pneumatici di un’autovettura.
Entrambi i compressori hanno confermato le loro caratteristiche distintive a dir poco impressionanti, la leggerezza e maneggiabilità del DN 200/10/5 a confronto della silenziosità del DST 100/8/6.
La prova, nel contesto esterno e per l’utilizzo che ne dovevo fare, è stata vinta dallo Stanley DN 200/10/5 il quale mi ha permesso di spostarmi più agevolmente per il gonfiaggio di tutti gli pneumatici mentre il maggior peso del DST 100/8/6 mi ha leggermente rallentato (non è che poi fosse un pit stop di Formula 1…”.
Il motore dei due compressori è entrato in funzione più volte per ricaricare il serbatoio anche se per un controllo, ed eventuale minimo gonfiaggio di tutti gli pneumatici, è possibile utilizzarlo senza collegarlo alla presa elettrica.

STANLEY DN200/10/5

Il compressore Stanley DN 200/10/5 è probabilmente il più leggero tra quelli professionali in commercio, ha nelle sue dimensioni e nel peso i suoi punti di forza che, però non lo penalizzano nel suo essere un compressore d’aria completo.
Dimensioni che tornano utili anche quando non si utilizza in quanto, grazie alla sua posizione verticale, può essere riposto in qualsiasi ambiente anche di casa essendo di minimo ingombro, un bel vantaggio!

Attenzione: pur essendo un compressore verticale, a differenza di quanto visto nel video, durante il suo utilizzo deve stare in posizione orizzontale!

I principali componenti sui quali si è lavorato per il contenimento delle misure sono il serbatoio e il motore. Mentre per il primo, ovviamente, il calo produce una riduzione di capienza proporzionale, nel caso del motore le prestazioni restano di tutto rispetto. La potenza assorbita è di 1,5 HP (1,1 kW) e, con un numero di giri pari a 3400 cicli al minuto, si ottiene un’erogazione di 180 litri d’aria al minuto. La valvola di sicurezza è tarata a 10 bar e il serbatoio ha una capienza di 5 litri.

Dati tecnici Compressore Stanley DN 200/10/5

Modello
– Tipo di motore: Monocilindrico
– Motore: Diretto
– Lubrificazione: No (auto lubrificato)
– Con ruote: No
– Accessori inclusi: riduttore di pressione, valvola di spurgo, serbatoio, pannello di controllo, tracolla, valvola di sicurezza, avvolgicavo.

Dimensione e capacità
– Resa del motore (hp): 1.5
– Numero di cilindri: 1
– Voltaggio (V): 230
– Capacità del serbatoio (l): 5
– Portata d’aria aspirata (l/min): 180
– Portata d’aria resa (l/min): 130
– Pressione massima (bar): 10
– Livello sonoro (dB): 94
– Larghezza (mm): 430
– Lunghezza (mm): 210
– Altezza (mm): 392
– Peso: 9.5 kg

Informazioni aggiuntive
– Garanzia (anni): 2
– Made in: Cina

Misure e peso della confezione
– Prodotto imballato: larghezza (cm): 45
– Prodotto imballato: profondità (cm): 43
– Prodotto imballato: altezza (cm): 41
– Prodotto imballato: peso: 9.5 kg

STANLEY DST 100/8/6

Il compressore Stanley DST 10/8/6 lo acquisti principalmente per un motivo: l’incredibile assenza di rumore durante l’utilizzo e il caricamento dell’aria nel serbatoio.
Il video che segue ti fa capire esattamente di che cosa stiamo parlando: inizialmente senti il rumore di un compressore Stanley, comparabile all’altro modello preso in considerazione il DN 200/10/05, successivamente viene spento e acceso il DST 100/8/6.

Partiamo da un compressore con una rumorosità misurata di 97 decibel per poi passare ad uno di 59 decibel, la differenza è chiara e non necessita di ulteriori approfondimenti!
Anche per questo modello il ridimensionamento ha interessato il serbatoio e il motore. Mentre per il primo, ovviamente, il calo produce una riduzione di capienza proporzionale, nel caso del motore le prestazioni restano di tutto rispetto. La potenza assorbita è di 1 HP (750 W) e, con un numero di giri pari a 3400 cicli al minuto, si ottiene un’erogazione di 180 litri d’aria al minuto. La valvola di sicurezza è tarata a 8 bar e il serbatoio ha una capienza di 6 litri.

Dati tecnici Compressore Stanley DST 100/8/6

Modello
– Ideale per: Gonfiaggio, soffiatura, graffatura, pittura decorativa
– Tipo di motore: Monocilindrico
– Motore: Diretto
– Lubrificazione: No (auto lubrificato)
– Con ruote: No
– Accessori inclusi:
Dimensione e capacità
– Resa del motore (hp): 1
– Numero di cilindri: 2
– Voltaggio (V): 230
– Capacità del serbatoio (l): 6
– Portata d’aria aspirata (l/min): 105
– Portata d’aria resa (l/min): 78
– Pressione massima (bar): 8
– Livello sonoro (dB): 59
– Larghezza (mm): 360
– Lunghezza (mm): 370
– Altezza (mm): 365
– Peso: 15.5 kg
Informazioni aggiuntive
– Garanzia (anni): 2
– Made in: Cina
Misure e peso della confezione
– Prodotto imballato: larghezza (cm): 36
– Prodotto imballato: profondità (cm): 37
– Prodotto imballato: altezza (cm): 36.5
– Prodotto imballato: peso: 17 kg

Quale compressore ho scelto e perché

La scelta non è stata semplice.
La prova effettuata mi ha, parzialmente, chiarito le idee anche se avrei desiderato che la Stanley avesse ideato un compressore che fosse una sintesi delle caratteristiche del DN 200/10/5 e del DST 100/8/6.
Avendo intenzione di utilizzarlo principalmente al chiuso, in casa o garage, oppure in giardino ma comunque vicino a persone e animali ho scelto lo DST 100/8/6 e non me ne sono certo pentito.
Silenzioso quasi come un elettrodomestico, con i piedini anti vibrazioni, è risultato perfetto in qualsiasi ambito lo abbia fino ad oggi adoperato (pulizia caloriferi e sparachiodi) non arrecando alcun disturbo a moglie, figlio e soprattutto vicini.
Oltre alla bassa rumorosità è portatile e compatto, non difficile da trasportare rispetto ai modelli da 24lt, ha un pannello di controllo con 2 manometri di facile lettura ed è molto stabile grazie ai piedini in gomma

Sono pienamente soddisfatto dell’acquisto ma se non vi fosse stato il vincolo della rumorosità avrei sicuramente optato per il DN 200/10/5 per la sua leggerezza, per la semplicità di trasporto grazie alla comoda maniglia e tracolla, l’utilissima tasca porta accessori e per la sua facilità di trovarli spazio, posizionandolo verticalmente, in qualsiasi armadio.

Consigliati entrambi!

Lorenzo Tomada
Lorenzo Tomada
Un blog personale attraverso il quale condividere esperienze, consigli, trucchi, idee e tutto quello che ritengo utile ed interessante.

2 Commenti

Commenta questo articolo