MENU

17 visite • Inserito nella categoria: Hosting & dominiCommenti (0)

StableHost.com – Recensione per ricerca fornitore di hosting. Opinioni e commenti

StableHost.com rappresenta un fornitore di hosting abbastanza interessante nella mia ricerca di piani reseller per ospitare alcuni siti e portali web su data center europei, in questo caso ad Amsterdam in Olanda.

StableHost mette subito le cose in chiaro, non si tratta di una “grande” azienda dove il cliente è solo un numero ma la dedizione verso questo dei 15 dipendenti è totale; sul sito scrivono che l’importanza del cliente è comparabile solo a quella della loro madre ma, forse a torto, credo che si sfiori l’esagerazione.

Il fatto che l’azienda dell’Arizona non sia un big brand lo si nota dalla mancanza di un supporto di live chat, commerciale o tecnico che sia, anche se non sempre questo può significare non essere indice di una mancanza di supporto; i clienti italiani scontano, però, il fuso orario per i dipartimenti commerciali e amministrativi (tipico orario americano dalle 09:00 alle 17:00) mentre quello tecnico è di 24 ore 24 (non ho un riscontro sui tempi di risposta…).

Le offerte sono tutte concentrate per una clientela medio-bassa (piani condivisi, rivenditori e VPS Hosting), quelle per i reseller vedono nel PRO un buon punto d’incontro per le mie specifiche necessità (un massimo di 40GB spazio web e la creazione fino a 50 account) ad un costo mensile di USD 19.95 (lievemente diminuibile se si paga annualmente o addirittura in anticipo di due o tre anni, azione che sconsiglio sempre…)

La presentazione delle offerte si limita, come sopra, a differenziarne le caratteristiche basilari senza presentare una tabella di comparazione; viene specificato che lo spazio verrà partizionato su drive SSD, la banda sarà illimitata (salvo poi dare un’occhiata ai Termini di utilizzo), modulo Litespeed, Cpanel per tutti gli account ed un backup quotidiano e settimanale ospitato su un altro server per un restore sicuro.

Su WebHostingTalk ho trovato molte recensioni entusiaste da parte di utenti con centinaia, se non migliaia, di post a testimonianza della bontà dei commenti.

Il test del download dal data center di Amsterdam non mi ha, però, entusiasmato e al contrario mi è sembrato troppo lento tanto da depennare StableHost dalla lista dei papabili vincitori del contest

Articoli che potrebbero interessarti sullo stesso argomento o similari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *