MENU

1.674 visite • Inserito nella categoria: BlogCommenti (0)

Sms marketing e campagne promozionali tramite cellulare, una pubblicità aggressiva con un messaggio ingannevole…

Ho appena ricevuto uno strano messaggio sulla seconda sim, quella di lavoro, sul mio Acer Liquid E700 Trio con il seguente testo:

Benvenuto in Biton, ti verranno scalati 5€ di credito telefonico, per annullare clicca qui: http://bit.ly/stop-abbonamento

Screenshot_2015-06-30-18-54-45

Chi o che cosa è Biton? Cerco sul web ma non trovo alcuna informazione in merito.
Con quale autorizzazione mi verranno scalati 5 euro di credito? Nessuna spero, non ho mai aderito a promozioni o simili con quella o altra sim così come non ho mai autorizzato, utilizzando il numero di cellulare per registrazioni online, alla ricezione di messaggi sms promozionali da parte delle aziende con le quali intrattenevo rapporti né, tantomeno, dai loro partner.
Ma, allora, chi sono e che cosa vogliono da me?

La parziale, e non definitiva, risposta a questi interrogativi me la consegna il link presente nel messaggio, quel bit.ly/stop-abbonamento che altro non è che un indirizzo mascherato, ovvero se cliccato inoltra l’utente verso una pagina con un indirizzo differente.

In questo caso se accedo al link tramite lo smartphone arrivo alla pagina
http://m.vodafone.it/pages/ADSL_super
Screenshot_2015-06-30-19-18-14

Se vi accedo dal notebook mi si apre la pagina
http://www.vodafone.it/portal/Privati/Tariffe-e-Prodotti/Fibra–ADSL-e-Telefono/promozione?ecmp=01_DEM_ADK
Offerte_Internet_ADSL_e_Telefono_-_ADSL_e_telefono_-_2015-06-30_19.17.27

La pagina che avrebbe dovuto salvare le mie finanze non è altro che una pubblicità di Vodafone con un’offerta ADSL a partire da 20 euro

Ma è realmente di Vodafone il messaggio, chiaramente ingegnoso ed ingannatorio, per pubblicizzare alla fine i propri servizi oppure è opera di altri?

Ma è lecito e legale tutto questo?

Infastidito da questa forma di pubblicità ho chiamato il numero per avere maggiori informazioni ma è entrata in funzione la segreteria (Vodafone…).
Ho cercato, poi, di far valere il diritto a tutelare la mia privacy rispondendo al messaggio con questo:

Ai sensi del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 ed aggiornamenti Le chiedo da quale fonte ha estratto il numero telefonico oggetto dell’invio suo sms

Screenshot_2015-06-30-21-58-33

Naturalmente, salvo smentite, non riceverò alcuna risposta.

Esiste la possibilità di scoprire chi si nasconde dietro questo invio se qualcuno decidesse di denunciare l’accaduto al garante della privacy?

Ne dubito fortemente, gli unici dati certi sono il numero telefonico al quale si potrebbe, volendo, risalire e l’indirizzo di Bit.ly, generato molto probabilmente attraverso un account business e, quindi, con delle tracce nei log di registrazione e accesso oltre a quelli dei pagamenti.

Ma chi mai si sognerebbe di procedere nei confronti dell’autore?

Qualcuno potrebbe chiedersi perché, dopo aver scritto questo post e messo in guardia gli utenti del mio blog, non pubblico il numero di telefono dell’autore del messaggio?
La risposta la fornisce la Corte di Cassazione, Sez. III Penale con la sentenza n. 21839/2011 nella quale, sintetizzando al massimo, costituisce reato pubblicare online il numero di cellulare senza consenso.

Articoli che potrebbero interessarti sullo stesso argomento o similari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *