MENU

20.287 visite • Inserito nella categoria: MusicaCommenti (4)

Negrita – Un giorno di ordinaria magia (feat. B.B.Cico”z)

L’estate per me è mare e relax. Sotto l’ombrellone, o meglio ancora a riva, leggo quei libri che non ho mai il tempo di leggere durante tutto l’anno e, soprattutto, ascolto molta musica. Nella mia playlist c’è una canzone che conservo per l’ora più bella, quella del tramonto quando la spiaggia è deserta, il silenzio regna sovrano e l’atmosfera diventa magica.

Un giorno di ordinaria magia dei Negrita ha il potere di fondere elementi musicali quali rock, R’n’B e reggae in un unico pezzo che trasmette, almeno a me, delle belle sensazioni anche grazie alla presenza di B.B.Cico”z, già vocalist tra gli altri di Roy Paci, Africa Unite e molti altri, nella parte iniziale e finale della canzone.

B.B.Cico”z
ya-ya-ya yaman yo
this is the original sound that make my people unite yo!
you know what I mean now
now listen
just feel it yo!
Negrita Sound System!

Negrita
Siamo anime schizzate
nel deserto all’improvviso
c’è un cartello che ci avvisa
“Benvenuti in Paradiso”
E tu che graffi sottopelle
come polvere di stelle…
sempre più!
Take me down to L.A.

Mentre sanguina la vita
tra le palme e i sushi bar
ricopriamo le ferite
col cerone delle star
E’ una notte da star male
in questo immenso Luna Park!
Take me down to L.A.

E nel cielo
gli angeli fanno surf
è la nostra Hollywood
e tutto può succedere
nella notte
di un giorno di ordinaria magia!

Giorni di un’estate indiana
respirando queste strade
Labrea… Downtown
E colline che versano sound
tra i lampeggianti e le sirene
ed il vento nelle vene
Take me down to L.A.

Ballare liberi ed urlare
a un mondo che non sogna più
un altro brindisi al veleno
luna chicana di città
Con mille teschi tatuati
e il tuo rimmel da rockstar
Take me down to L.A.

E nel cielo
gli angeli fanno surf
è la nostra Hollywood
e tutto può succedere
nella notte
di un giorno di ordinaria magia!

B.B.Cico”z
One life for us, one blood one love,
but every new day it starts all over,
which way is right to arrive in a free state of mind?
I got no money in my pocket but I haven’t got to pay no one,
to feel like I’m King under the sun.
When Time ‘n’ Space make a cross over
life becomes magic in that moment
And for sure share it makes us stronger
when we feel like we are the same
feeling we are flying so over, the wind ..the sky..
so bless my brother to I and I Rastaman!

Su Facebook, alla pagina di Drigo il chitarrista dei Negrita, ho trovato la storia di com’è nato questo pezzo:
“Londra, alcuni di noi decidono di trattenersi qualche giorno dopo il live all’Electric Ballroom di Camden Town. Scopriamo la comunità italiana di Brick Lane, partecipiamo a feste, vediamo concerti, viviamo il più possibile la strada. Rientriamo nel nostro appartamentino in affitto solo quando la luce del mattino crepa le cornee… Non contenti ci buttiamo sui portatili e sugli iPhones, come vampiri dietro le tende oscuranti. Partono grooves, accordi, voci rotte dalla stanchezza e dall’alcol e suoni campionati. Esce lo spunto giusto. Si dorme!
Nel frattempo penetra nelle vene un luogo del mondo che ha regalato a tutti musica, cultura e cinema a piene mani. E’ successo prima di Londra? Dopo? Chi se ne frega… E’ successo! Nasce l’ennesimo Amore: Los Angeles.
Andiamo ad El Paso, Texas, per registrare le basi di un disco che si chiamerà Dannato Vivere, ma che al momento non ha quasi nessun testo finito, solo musica. Registriamo lo stesso! Fanculo. I testi arriveranno… è sempre così.
In Italia le cose si fanno complicate. Pau e Drigo provano per l’ennesima volta a dare un senso a quello spunto londinese ma nisba. L’idea c’è. Deve parlare della Città degli Angeli, troppo vissuto importante per relegarlo nel contenitore dei ricordi. Assolutamente. Si sbatte pure il Cile che in quel periodo gravita spesso in studio da noi per dare forma al suo progetto. Arriva anche Cico, ascolta quel che c’è, e su un’idea di melodia, in 2 ore scrive e registra le strofe che sentite! Spaccando!! Tutto si sblocca all’improvviso! Mesi di paranoie e confusione si dissipano e nasce finalmente il testo che finisce sul disco.

Londra. Los Angeles. Italia. Il Cico italo-congolese che canta Jamaicano: Reggae Magicamente Amorfo.
Che fatica!
Ma che leggerezza il risultato!
In un giorno di straordinaria magia, vede la luce UN GIORNO DI ORDINARIA MAGIA….”

Articoli che potrebbero interessarti sullo stesso argomento o similari

4 commenti a questo articolo

  1. Micky ha detto:

    Se non l’avete mai ascoltata davanti al tramonto di Formentera con qualcosa di buono da bere vi siete persi tutto

  2. Claudia ha detto:

    Ha ragione Gianna, questo pezzo mette i brividi ma anche tantissima energia.
    Anni fa me l’ascoltavo la sera prima di addormentarmi, mi dava pace e voglia di vivere

  3. Gianna ha detto:

    Questa canzone mi mette i brividi…

    • Agostino ha detto:

      …chi non ha vissuto e vorrebbe ancora rivivere giorni di ordinaria magia? esperienze da brivido come il pezzo dei Negrita…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *