Fiverr, che cos’è, come funziona e come è possibile guadagnare. Opinioni e recensioni.

fiverr

Fiverr è un sito internet all’interno del quale è possibile acquistare e vendere prestazioni e servizi, in gergo gigs, a partire da 5 dollari ed è considerato il paradiso, e per molti anche l’inferno, di chi lavora come freelance.
Il sistema è semplice, chiunque può registrarsi senza alcun requisito che comprovi le proprie capacità oppure esperienze in merito, l’unica forma di garanzia sulla bontà del servizio reso, se così la possiamo chiamare, sono le recensioni scritte dagli altri utenti e sapere che, male che vada, si perderanno solo 5 dollari…

fiverrsite

Coloro che acquistano, adorano Fiverr perché possono ottenere quello che cercano in modo veloce ed economico, non esistono grandi rischi e con il tempo è facile trovare dei professionisti con i quali sviluppare dei rapporti continui e proficui.
I venditori offrono i loro gig per una cifra limitata ma possono incrementare i guadagni vendendo dei servizi extra (realizzazione della prestazione più veloce rispetto a quanto indicato, se si tratta di un video commerciale la possibilità di scegliere l’abbigliamento del presentatore…)

Come si inizia?
Il primo passo è quello di aprire un account, bastano un nome, un indirizzo email, una password ed il gioco è fatto.
Il secondo è decidere che cosa si desidera fare, acquistare o vendere?
Se si vuole acquistare dei gigs basta navigare all’interno del sito, solo in inglese, e scegliere quelli che desideriamo in base alla ricerca oppure, più comunemente, attraverso le varie categorie:

– Grafica & Design
– Marketing Digitale
– Scrittura & Traduzioni
– Video & Animazioni
– Musica & Audio
– Programmazione & Tech
– Pubblicità
– Affari

Se si sceglie di vendere è necessario sapere che cosa proporre; sarebbe opportuno offrire servizi che siamo in grado di fornire, frutto di capacità tecnica, ma niente vieta d’inventarsi letteralmente un gig!

Fattori positivi di Fiverr
– Un sito semplice, diretto ed intuitivo, facile da navigare e da utilizzare
– Un concetto facile e chiaro da comprendere
– Una comunità attiva con un forum di supporto
– Guadagnare facendo quello che si desidera
– Possibilità di risparmiare centinaia di dollari per gli stessi lavori affidati a professionisti tramite altri canali

Fattori negativi di Fiverr
– Una commissione del 20% su ogni gig venduto, una percentuale molto alta se confrontata con altri servizi simili ma parzialmente giustificata dal potenziale offerto dal crescente numero di utenti compratori
– Modalità limitate di pagamento, principalmente con Paypal
– Pagamento a 14 giorni
– Difficoltà di essere visibili su Fiverr, in particolare se il servizio offerto si trova in una categoria molto popolare; l’algoritmo che permette di arrivare in prima pagina sembra dipendere da una combinazione dell’attività del venditore e della sua abilità nel presentarsi, raccogliere ordini e recensioni positive.

Un consiglio sui gig di Fiverr
Come in ogni sito all’interno del quale è possibile trovare prestazioni lavorativi è necessario prestare molta attenzione a ciò che si acquista.

Per esempio, se si acquistano dei link di ritorno su Fiverr allo scopo di migliorare l’indicizzazione su Google e sui motori di ricerca è garantito che al 90% si otterrà l’effetto contrario.
E se qualcuno vende una bella fotografia, troppo bella per essere vera, c’è da scommettere che è stata “prelevata” da qualche sito e che sia coperta da diritti d’autore.

L’importante è verificare sempre ed informarsi in merito.

Il pericolo poi se così si può definire, specialmente all’inizio, è quello di perdersi all’interno dei gig alla ricerca di quelli più strani ed inusuali, ricerche che possono impegnare anche alcune ore e che si concludono in una grande perdita di tempo…

Per quali servizi utilizzare Fiverr?
La scelta è soggettiva, di seguito 3 idee per chi ha una presenza web:

Creazione di loghi
Se l’intenzione è quella di dare un’immagine ad una grande azienda non è, forse, una buona idea affidarsi a chi realizza un logo per 5 dollari ma se si sta lanciando un nuovo sito web allora la creazione di un marchio per quella cifra è sicuramente d’aiuto.
Anche qui il consiglio di prima, richiedere i diritti per il lavoro acquistato per non correre il rischio di utilizzare un logo che appartiene a qualcun altro.

Video pubblicità
Da 30 a 100 parole e più per presentare un prodotto, un servizio o qualunque altra cosa necessiti una promozione più incisiva e che abbia maggiori possibilità di essere ricordata. Semplici utenti con un’attrezzatura casalinga ed attori semi-professionisti con uno studio di registrazione vero e proprio sono a disposizione per realizzare

Registrazioni audio
Chi gestisce, o vorrebbe avviare, un servizio di podcast potrebbe sfruttare Fiverr per trovare qualche freelance che realizzi una intro professionale; questo vuol significare la ricerca di un jingle adatto oppure di utenti con una voce accattivante che siano da stimolo all’ascolto dell’audio

Consigli per trovare i migliori gig di Fiverr
– Considera sempre gli extra che possono sì aumentare il costo finale ma, allo stesso tempo, incrementarne la qualità e la resa finale

– Verifica la data stabilita di consegna del gig, potresti aver un bisogno immediato di un servizio quando ti rendi conto che l’ordine verrà evaso in una settimana.
Contatta sempre il venditore prima di ordinare, fai tutte le domande necessarie ed assicurati che sia in grado di svolgere quello che offre.

– Non ti fermare al primo che trovi, cerca bene, leggi le recensioni, osserva gli eventuali demo proposti, salva tutto nei preferiti ed opera una scelta meditata.

– Lascia sempre una recensione al tuo acquisto, cerca di dare un giudizio fuori dai soliti schemi; su Fiverr va di moda la frase outstanding experience, ovvero un’esperienza straordinaria per descrivere un giudizio positivo.
Il consiglio è quello di motivare sempre la recensione, negativa o positiva che sia, per permettere al venditore di prendersi i dovuti meriti o conoscere le sue pecche.

– Evita i falsi, non pagare qualcuno allo scopo di presentarsi come un tuo cliente che rilascia una testimonianza sulla tua persona, la tua azienda, un tuo prodotto o servizio; non è questione di etica, è più che altro una questione di serietà…

In conclusione, Fiverr è un valido marketplace dedicato ai liberi professionisti, freelancer e gente comune ai quali è data piena libertà di vendere ciò che desiderano e dove, con le dovute cautele,  sia i venditori che gli acquirenti possono fare ottimi affari.

Lorenzo Tomada
Lorenzo Tomada
Un blog personale attraverso il quale condividere esperienze, consigli, trucchi, idee e tutto quello che ritengo utile ed interessante.

6 Commenti

  • Fiverr è un sito di sfruttatori, dove la commissione è superiore al 35 % , (chi parla del 20% sopra si sbaglia) sarete costretti a competere con tutto il mondo per prendere un lavoro , se volete sfidare i prezzi dell’ “Est” e pensate di batterli, provate ci. Finirà che dovrete fare prezzi da miseria decurtati del >35% !!! Inoltre a livello pratico come al solito gli utenti che comprano devono avere una “bella esperienza” come dicono loro a discapito dei venditori, troverete una marea di scrocconi difficili da allontanare che vi ricatteranno per avere sempre di più . Poi da un giorno all’altro c’è il rischio che ti chiudano l’account , come è successo a me, e addio al saldo , lo riceverete forse dopo 90 giorni , ma io non ci credo , perchè sono degli scrocconi anche loro. La mia pagina da venditore di secondo livello a 5 stelle con oltre 30 feedback è stata cancellata , in pratica mi hanno distrutto la reputazione e l’attività. Devo dire però che in breve tempo se lavorate bene riuscirete ad emergere e a lavorare sempre di più . Per fare un esempio quando mi hanno bannato per :cyberbullismo, (neanche una parolaccia, solo un pò di humor inglese anche abbastanza fine) avevo 1000 euro sul conto e iniziavano ad arrivare lavori sempre più grandi. Bene assieme al ban questi idioti hanno cancellato anche gli ordini in corso per altri 500 euro persi. Insomma a me il cyberbullismo non è mai piaciuto , preferirei avere davanti l’amministratore per dargli un pugno in bocca, altro che “batti il cinque a cinque euro”. Quindi è un vocazione per me infangare il loro nome come loro han fatto col mio. guardate su freelancer o upwork piuttosto.

    • Non necessariamente, puoi fare ricorso all Prestazione Occasionale che è uno strumento che deve essere utilizzato dai soggetti che vogliono intraprendere attività professionali in modo saltuario e sporadico.
      Si tratta di situazioni in cui vi sono soggetti sono esonerati dall’apertura di una partita IVA in quanto svolgono l’attività professionale in modo non abituale e continuativo; questo in riferimento ad attività professionali minimali e residuali. Attività con le quali un soggetto può raggiungere piccoli guadagni, senza avviare una vera e propria attività (professionale).
      Ti consiglio, però, d’informarti in maniera accurata sulla prestazione occasionale al fine di non incorrere in problemi con l’ADE…

  • L’avete mai sento il detto VALE QUANTO COSTA? con fiverr se prendi il gig base sei sicuro di sprecare i tuoi soldi perché per un lavoro fatto bene ci devi aggiungere tanti di quegli optional che spendi il doppio oppure il triplo!!!

  • Questo tipo di servizi sono sottovalutati, a mio parere se ci si crea piccoli template da usare all’occorrenza e si riesce a crescere all’interno del sito si può iniziare a guadagnare dalla serialità che ti permettono i microlavori. My two cents.

  • Bello, ma a me pare che l’unico che ci guadagni veramente sia paypal®: il sito in sè si prende il 20%, paypal si intasca minimo 50 centesimi fra tariffe e tariffucce e soprattutto senza fare nulla. Val la pena sbattersi per il rimanente mentre quelli stanno a guardare e si intascano i nostri soldini?

Commenta questo articolo