MENU

69 visite • Inserito nella categoria: Banche e finanzaCommenti (0)

Conti PIR di Invest Banca e Directa, risparmiare le spese e i costi di commissioni dei fondi con il fai da te

Tralasciando la descrizione di che cosa siano i PIR (Piani Individuali Risparmio), e i vantaggi/svantaggi di questa nuova forma d’investimento, vorrei approfondire un aspetto forse poco noto ai molti ma di sicuro interesse: come non pagare commissioni di ingresso, di gestione o di uscita e usufruire esenzione dal capital gain dopo cinque anni dall’investimento.

E’ normativamente possibile investire nei PIR aprendo un conto PIR direttamente dal proprio deposito titoli, acquistando gli strumenti finanziari che corrispondano ai requisiti richiesti, e non solo tramite i fondi sul mercato che hanno costi medi di gestione di circa l’1,75% annuo e alcuni di con commissioni di ingresso massime del 2% oltre a commissioni di performance.

Se si desidera essere autonomi si deve chiedere alla propria banca di mettere i titoli PIR compliant, ovvero conformi, all’interno di un deposito titoli che consenta di usufruire delle agevolazioni previste, creando così un vero e proprio conto titoli dedicato al Piano Individuale di Risparmio.

Il problema è che nessuna banca di un certo livello è attrezzata per aprire i PIR per l’investitore fai da te costringendolo a far riferimento ai vari fondi PIR.

Esistono, però, due realtà che permettono la costruzione di un portafoglio in totale autonomia scegliendo tra azioni e obbligazioni:

Invest Banca e Directa

Invest Banca

Specializzata in servizi di investimento rivolti alla clientela istituzionale e privata, con sede ad Empoli e uffici a Firenze e Roma, punta sui Piani Individuali di Risparmio attraverso IB PIR, un sorta di conto ‘fai da te’ che consente al cliente di costruirsi il proprio investimento ad un costo decisamente più contenuto e usufruendo allo stesso tempo dei benefici fiscali offerti da questi strumenti.

Caratteristiche del prodotto:
– Nessuna commissione di ingresso.
– Canone servizio gestione PIR di 96 € annuali.
– Commissione negoziazione fissa sui mercati di borsa italiana (azioni e obbligazioni): 7,5€/eseguito
– Accesso a tutti gli altri mercati
– Piattaforma mito trading online

Per chi sottoscrive il dossier amministrato “IB PIR”, Invest Banca mette a disposizione il simulatore “Inspire” per la costruzione del proprio portafoglio PIR al fine di verificare che il portafoglio scelto rispetti i limiti del PIR.

Directa

Fondata nel 1995 e operativa da marzo 1996, Directa Sim nasce per permettere alla clientela privata di operare direttamente sui mercati finanziari da smartphone, tablet e pc con costi sensibilmente ridotti rispetto ad altri conti per il trading online.

Caratteristiche del prodotto:
– Non ci sono commissioni d’ingresso.
– Costo annuo di tenuta del conto di 100 €.
– Commissioni fisse sul conto PIR nella misura prevista per i diversi mercati e strumenti finanziari (ad esempio 5 €, 6 €, 9 $).

Hai già sottoscritto un PIR? Lo hai fatto con un fondo? Vuoi farlo con un conto PIR autonomo?
Scrivi i tuoi commenti e condividi la tua esperienza!

Articoli che potrebbero interessarti sullo stesso argomento o similari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *