Case Prefabbricate “all inclusive”

Sogno di una vita, fonte di mutui pressoché interminabili e tipicamente legata al mattone, la tradizionale casa italiana ha una valida alternativa: il prefabbricato, una delle ultime frontiere per il mercato immobiliare. Tramontata l’immagine stereotipata della casa prefabbricata come costruzione dalla vita breve e instabile, i modelli di nuova generazione, molto utilizzati nel nord Europa e da qualche tempo diffusi anche nel mercato, seppur di nicchia, del nostro paese, abbinano risparmio e sicurezza senza rinunciare a materiali di qualità, buone finiture ed elementi di design.

Sul mercato, le proposte sono davvero molte, quasi sempre altamente personalizzabili, ma quelle in legno, anche grazie alla diffusione di temi come il risparmio energetico e l’ecologia, sono tra le più diffuse. E c’è anche chi propone pacchetti “all inclusive”. Griffner per esempio, ne propone una, la Griffner Classic Edition 2009, a un prezzo fisso garantito. L’offerta prevede due dimensioni della piattaforma, su cui realizzare una casa a tre timpani con 126 metri quadrati di superficie abitabile oppure una a quattro timpani con 145 metri quadrati; il prezzo fisso, garantito per entrambe le varianti, è rispettivamente di 199.900 euro e 219.000 euro (iva esclusa) e il “pacchetto” comprende anche frangisole orientabili, serramenti, porte interne, scala in legno massiccio, pavimenti in legno o piastrelle e impiantistica completa. Un’altra soluzione viene da Pircher, che dopo una vasta gamma di prodotti bio-edili in legno lamellare e massello ha proposto un progetto di casa. Si tratta di Planit, struttura modulare prefabbricata dal design moderno che, allo stato grezzo avanzato (pareti di isolamento, soffitto, pavimentazione, vetrate ed infissi scorrevoli, rivestimenti interni in fibra di gesso e rivestimenti esterni in listelli romboidali in legno di pino) costa 2000 euro al metro quadrato.

La Ecos, con sede in Friuli, offre invece soluzioni dove il prezzo parte da 1.000-1.500 euro al metro quadrato ma non essendo una vendita a prezzo fisso, il costo totale varia in corso d’opera rispetto a quello iniziale. Molto dipende infatti dalle richieste dei clienti, che di solito chiariscono le proprie idee proprio mentre il progetto prende forma.

Tratto da Casa & Design, pagina sorgente.

Lorenzo Tomada
Lorenzo Tomada
Un blog personale attraverso il quale condividere esperienze, consigli, trucchi, idee e tutto quello che ritengo utile ed interessante.
Commenta questo articolo